Il valore della fotografia.

_MAR1378

Quanto può valere un’immagine?

Dicono che più di mille parole.

Questa immagine, che racconta la nostra storia, che ci fa viaggiare nel tempo per poter rivivere le nostre emozioni vissute.

 

Nel mondo della fotografia digitale di oggi, dove quasi tutti hanno una reflex, le persone si chiedono se vale la pena rivolgersi ad un fotografo professionista. La maggior parte è convinta che il lavoro del fotografo è limitato solo a scattare le foto. Qui di seguito vorrei spiegarvi esattamente ciò che entra nell’ambito del lavoro di fotografo.

Il tempo.

Facciamo un esempio, paghi 200€ per una sessione fotografica di un’ora. A prima vista sembrerebbe che questo è un bel po, per un’ora di lavoro. Chi di noi non vorrebbe guadagnare cosi tanto? Io sicuramente si!

Vi mostro uno schema del tempo di lavoro del fotografo, molto semplice e più economico possibile.

  • 30 minuti di consulenze con il cliente (telefonate, messaggi, email, domande e risposte)
  • 20 minuti per arrivare in studio
  • 30 minuti di preparazione e impostazioni dell’attrezzatura
  • 60 minuti della sessione
  • 15 minuti per scaricare le foto sul computer e creare il backup
  • 15 minuti per la selezione dei scatti migliori
  • 10 minuti per creare la galleria online
  • 60 minuti per la post produzione

4 ore, cosi dura il lavoro del fotografo seguendo questo schema. La sessione occupa solamente 25% del tempo. 50€ al’ora, è ancora tanto vero?

Questa somma mi avrebbe soddisfatto per un’ora di lavoro retribuito. Tuttavia ci sono gli altri costi della sessione nascosti.

L’attrezzatura. Il costo della macchina fotografica , il prezzo di un corpo professionale parte da 2000€. I prezzi dei obiettivi altre migliaia di euro, e di questi ne abbiamo bisogno almeno di un paio. Altre spese, schede di memoria, borse, batterie,flash, un altra macchina di riserva, computer, per non parlare di un programma per la post produzione legale . L’attrezzatura dello studio fotografico è un altra spesa, le luci, i fondali e gli altri gadged. Sarebbe ideale che questa spesa era una tantum. Invece ogni fotografo professionista segue le tendenze e cambia la sua l’attrezzatura, sviluppa il suo studio fotografico.

Le spese.

Le spese mensili. Ogni uno di voi che ha la propria attività sa di cosa parlo. L’INPS, commercialista, l’affitto e bollette. Le spese che arrivano ogni mese e non si scappa da loro.

La pubblicità, uno strumento indispensabile se vogliamo arrivare ai nostri clienti. Il sito web, biglietti da visita, volantini.

Le competenze.

L’esperienza. Il fotografo professionista non si diventa in un giorno, e nemmeno avere una reflex non rende nessuno un professionista. L’esperienza si raccoglie nel corso degli anni. Scuole, corsi, la letteratura. Questa è solo una parte.

La comunicazione. Quando vieni per la prima volta a fare un servizio fotografico, e non sai cosa fare. Il compito di fotografo è guidarti in modo in cui ti senti a tuo agio davanti alla macchina fotografica. La capacità di comunicare con il modello  è la capacità che permette al fotografo  di tirare fuori ciò che è in lui più bello.

Alla fine aggiungo che il lavoro di un fotografo professionista non finisce in un’ora. Gestione della propria attività porta con se innumerevoli e irregolari ore di lavoro delle quale non si parla.

Per fortuna il mio lavoro è la mia passione, amo ciò che faccio, e questo purtroppo non si riesce a misurare.

 

 

 

 

cartolina

 

 

 

 

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

*

*